Ulefone Armor 10 5G #RECENSIONE

Il primo smartphone rugged che viaggia in 5G

Questo Ulefone è il primo smartphone indistruttibile dotato di tecnologia 5G e finalmente troviamo qualcosa di interessante lato hardware…

Caratteristiche Principali:

CPU: Mediatek Octa-core Dimensity 800 2.0 GHz (7nm) GPU: Mali-G57 MC4
RAM: 8GB LPDDR4x ROM: 128GB
Connettività: WiFi Dual Band / 5G / BT 5.0 / GPS SIM: 2 SLOT – Dual Nano-SIM o SIM+MicroSD
Camera ANT: 16 megapixel f/2.2 Camera POS: 64MP 79,8° ƒ/1.89 + 8MP Wide ƒ/2.2 118,8° + 5MP Macro ƒ/2.8 + 2MP
Schermo: 6,67” FHD+ IPS 2400x1080pixel 410PPI Batteria: 5800mAh (15W ricarica con cavo o Qi)
S.O.: Android 10 Altro: MicroSD, Sensore impronte + volto, FM, NO Jack 3,5mm, LED notifica

Confezione:

Bellissima confezione di vendita dove il design fa pensare ad un contenuto davvero “da duro”.
Al suo interno c’è una pellicola in vetro da applicare, un jack audio Type-C, graffettina per la SIM che non capisco l’utilità visto che il carrellino si apre con un dito, alimentatore da 18W con relativo cavo di ricarica di ottima fattura nella colorazione rossa e c’è anche un manuale utente.

Non sono presenti ulteriori colorazioni e l’unico accessorio ufficiale acquistabile separatamente è la cover multifunzione che aggiunge ulteriori attacchi come il moschettone, per trasportarlo ovunque.

Ulefone Armor 10:

La notizia brutta la racconto subito o la tengo per dopo? Meglio subito così mi tolgo il dente perché questo smartphone è veramente pesante… Ben 328 grammi!! Appena estratto dalla confezione l’ho voluto subito pesare e la mia bilancia segna 340g ma le specifiche ufficiali indicato qualcosina in meno.
Eh si, nell’utilizzo è veramente pesante, difficilmente lo utilizzerete con una mano sola e dopo 10 minuti si fa sentire parecchio. Non è facile farci l’abitudine!
Come anche le dimensioni piuttosto elevate di 176,5×82,8×14,55 mm e con il pollice non arriverete nemmeno a metà dello schermo! 😉

Inutile ricordarvi le certificazioni IP68 (1,5 metri sotto l’acqua sopra i 30 minuti), IP69K e MIL-STD-810G. La costruzione è veramente premium e l’ho trovato molto più elegante dei soliti rugged, con una scocca in metallo e una plastica aggiuntiva rinforzata sugli angoli e con un back cover anch’essa in plastica (sembra quasi gommata) ma molto resistente. Direi che è il migliore di questo genere perché è proprio bello e tra tutti quelli provati li batte tranquillamente e ovviamente non possono mancare le viti di fissaggio in vista.

Sul retro è presente la scritta del marchio insieme alla dicitura 5G, con il lettore d’impronte digitali pienamente accessibile ma a volte si sbaglia il posizionamento del dito con la scritta Ulefone lucida posta appena sotto; funziona molto bene come lo sblocco del volto anche se solamente 2D. Quattro moduli fotocamera nella parte più a sinistra, con il secondo microfono lì sotto. Lo speaker mono è in basso e visto che è leggermente incassato, l’audio non viene ostruito e si sente piuttosto bene; le frequenze basse sono minime ma il volume è molto alto e si sente bene in qualsiasi utilizzo (se inserivano un altro speaker, molto probabilmente creava un’ottima stereofonia).
Nella parte destra c’è il tasto accensione con il bilanciere del volume e dalla parte opposta il carrellino SIM estraibile direttamente con il dito, che contiene 2 slot Nano SIM oppure Nano SIM + Micro SD; subito sotto il tasto aggiuntivo programmabile (l’ho sfrutto per gli screenshot e la torcia) anche nell’apertura di programmi. Nella parte inferiore c’è il microfono principale e lo sportellino con l’entrata di Tipo C (stranamente non posizionata proprio al centro).
Presente il LED di notifica RGB e si può impostare 2 modalità di illuminazione: intermittenza o respiro.

Componenti Hardware:

Il componente principale la CPU Mediatek Dimensity 800U l’avevo già provata su Realme 7 5G anche se qui sembra cappata a 2Ghz (su Realme arrivava a 2,4Ghz) anche se non sembra risentirne sulle prestazioni finali. La RAM a disposizione è fin troppa ed è dotato di 8GB con 128GB d’archiviazione, espandibile con una Micro SD. Effettuando un test con AndroBench le prestazioni dello storage sono molto scarse in scrittura ma come sempre i benchmark sono troppo sopravvalutati (Realme > Sequential Write 473,34MB/s – Ulefone 223,3MB/s).

Come connettività troviamo tutto all’avanguardia come una perfetta e stabile connettività WiFi 802.11 a/ac/b/g/n Dual Band, Bluetooth 5.0, GPS con il supporto (GLONASS, Galileo, BEIDOU, Compass), NFC per i pagamenti e manca il Jack delle cuffie ma in dotazione per fortuna c’è l’adattatore apposito.

Peccato non poter provare con mano la qualità della rete 5G (la mia zona non è coperta e non penso che lo sarà nei prossimi anni) ma a differenza di altri rugged, la qualità del segnale è ottima e ben sopra la media rispetto ad uno smartphone tradizionale. Buon audio nella capsula auricolare con un giusto volume e dialer che consente di registrare le telefonate.
Vibrazione un po’ scarica e non tanto piacevole, come sempre l’ho mantenuta solo per le telefonate.

Il Display:

Visto che il telefono è una bella padella, di conseguenza anche il display è grande ed è dotato di uno schermo IPS LCD FullHD+ da 6,67” con una risoluzione di 2400×1080 pixel (20:9, 395ppi, 480dpi).

Buonissimo schermo, molto luminoso con un sensore molto permissivo (luminosità minima alta sopra la media) ma regola l’intensità dolcemente tra i cambi di luce. I colori sono molto accesi, belli come piacciono a me, ottimi angoli di visione e ben visibile all’esterno.
Piccola nota per quanto riguarda il touch, percepisce il nostro tocco solamente sfiorando lo schermo e negli altri rugged non ho mai percepito lo stesso feedback. Ottimo lavoro oleofobico, le impronte rimangono sul display molto difficilmente.
Cosa non mi piace? A parte i neri non perfetti come ogni IPS, anche qui si nota un po’ l’effetto ghosting nello scorrimento; non così marcato ma visibile.

Testando Prime Video la qualità si ferma solamente in HD e non passa mai alla risoluzione massima supportata dallo smartphone. Al momento non ho un abbonamento attivo di Netflix ma sicuramente la storia non cambierà molto.

La Batteria:

Lui è dotato di una batteria da 5800mAh e come potete immaginare la durata è veramente buona. Purtroppo le statistiche della batteria non mostra la durata effettiva dello schermo però posso assicurarvi che un utilizzo stress copre tranquillamente 2 giornate piene; sono riuscito a farci 3 giorni tranquillamente e potete fidarvi sulla durata super. Così ad “occhio” direi che 9 ore di schermo in 2 giorni li fa senza problemi.
Ottima gestione della batteria, complice anche l’impossibilità di attivare il doppio tocco sul display per il risveglio e sicuramente senza questa funzione qualcosina andrete a guadagnare anche se questa assenza si fa sentire!

Il caricatore in dotazione arriva fino a 18W ma il telefono supporta fino a 15W e consente di ricaricarlo completamente in 2 ore. Pieno supporto alla ricarica wireless ed ha l’ultima tecnologia senza cavi e arriva anche qui fino a 15W.

Le Fotocamere:

Un telefono rugged non può avere così tante fotocamere ed oltretutto con un design così elegante. Ci sono 3 moduli fotocamera a semaforo e la macro spostata singolarmente di fianco insieme al flash LED. Sono leggermente sporgenti (appena 1mm) ed è una scelta un po’ bizzarra perché solitamente i rugged cercano di mantenerle più incassate.

La fotocamera principale è da 64MP ed è assolutamente di qualità, con ottimi dettagli in buone condizioni di luce e si può togliere qualche sfizio anche in notturna senza abilitare l’opzione apposita. Mi ha soddisfatto in ogni angolo, con l’aggiunta della modalità “professionale” regolando manualmente i parametri e soprattutto la messa a fuoco e l’HDR ben gestito. Ottimo l’effetto sfocatura e per una volta il modulo aggiuntivo dedicato sembra funzionare.

La grandangolare da 8MP ha un’apertura di 118° ed i risultati sono a dir poco spettacolari! Sto parlando solamente come angolo di ripresa perché è veramente esagerato però le fotografie possono essere sicuramente migliori. Dettagli un po’ scarsi e le foto tendono ad essere sempre un po’ buie; dico questo perché non si può attivare il Flash con questo modulo.

La lente macro da 5MP è la solita camera che si utilizza una volta all’anno. La messa a fuoco è fissa a 3-4cm di distanza e per buoni risultati dovete rimanere fermi immobili.

Camera anteriore da 16MP, buona per i selfie e per una condivisione social, anche se a volte perde la messa a fuoco del soggetto e si dovrà controllare bene prima di uno scatto. Al chiuso perde un po’ di qualità ma tutto sommato è sopra la media su questo genere di telefoni.

Ottimi i video in 4K per come qualità e dettagli (tutte le risoluzioni a 30FPS max), anche se purtroppo non è presente nemmeno un minimo di stabilizzazione. E’ un gran peccato perché poteva essere la ciliegina sulla torta. Le registrazioni non possono essere effettuate con la macro e grandangolare; l’anteriore arriva massimo in Full HD e anche qui senza stabilizzazione.
Come visto anche sui DOOGEE è presente la “modalità subacquea” nel menù a tendina ed una volta premuto aprirà la fotocamera con solamente i tasti fisici funzionanti per gli scatti.

Come Va:

Smartphone molto veloce in tutto e lo si nota addirittura nell’accensione e mi ha stupito in ogni occasione a differenza degli altri “ruggeddoni”, anche se potevo immaginarlo dalla CPU montata. Utilizza Android 10 in una sorta di versione stock, con le patch di sicurezza aggiornate a Novembre 2020.
Le personalizzazioni sono minime con gesture tramite il sensore delle impronte, sollevare per attivare ed il perfetto controllo del tasto smart aggiuntivo (assente il double tap to wake). Come applicazioni preinstallate c’è la scatola portaoggetti con la bussola, livella, altitudine, pedometro, una sorta di utility ormai presente in tutti i telefoni indistruttibili. Radio FM e c’è un’app proprietaria chiamata propria “eticchetta” che alla fine sono le note.
Il launcher non mi ha fatto impazzire, traduzioni non complete anche se potete modificare addirittura le dimensioni delle icone.

Nell’uso si fanno valere gli 8GB di RAM ed il multitasking è perfetto, con un’ottima rapidità nell’apertura e nel passaggio tra un’applicazione e l’altra. Anche nell’uso social si fa valere, con pochissimi LAG e nessun problema nella creazione o visualizzazione di stories. Come prestazioni non ho nulla da segnalare e l’esperienza d’uso è sempre fluida con tutto.

Sempre il solito Real Racing si avvia in 15 secondi massimo, con tempi di caricamento rapidi e ottima fluidità insieme ad una grafica piacevole. Peccato che nell’utilizzo in orizzontale, l’indice va a finire sempre sullo speaker e capita spesso di tappare l’audio.
Giocando non scalda troppo e grazie all’ottima costruzione, si sente leggermente tiepido nella parte centrale.

In Conclusione:

Questa volta c’è poco da dire per quanto riguarda le prestazioni perché va veramente bene in ogni condizione. Lo smartphone è una bella mattonella da portare in tasca ma come ben sapete, si devono accettare dei compromessi per questo tipo di telefoni ed in questo caso solo l’usabilità è un “neo” perché è come avere un tablet. 😉

Pensate che mi sono trovato meglio rispetto al Realme 7 5G dotato della stessa CPU anche se la frequenza è bloccata a 2Ghz. Non dimentichiamoci che il refresh dello schermo è a 60hz contro i 120hz di Realme, quindi subisce la metà dello sforzo. Tutto sommato complimenti ad Ulefone per l’ottimizzazione.

Lui è acquistabile a 499€ come prezzo ufficiale e nei giorni scorsi ho trovato svariate offerte che lo portavano sui 450€ circa. Assolutamente non costa poco però posso dirvi che è il primo telefono rugged che provo utilizzabile come smartphone tradizionale al 100% per quanto riguarda le prestazioni (non dimentichiamoci che è anche 5G e non gli manca nulla) e se andrete a risparmiare quei 100-150€, avrete solamente un telefono resistente ma con performance dimezzate.

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.


⚠️Aggiornamento 18/02/2021: La CPU è MediaTek Dimensity 800 senza U. Ecco spiegato i Ghz minori. Mia svista ma non cambia ugualmente la mia valutazione. 🙄

Ulefone Armor 10

449,99
Ulefone Armor 10
7.8

Qualità costruttiva

9/10

    Hardware

    9/10

      Personalizzazioni

      7/10

        Fotocamera

        8/10

          Prezzo

          7/10

            Pregi

            • Design e costruzione TOP
            • Durata batteria e ricarica wireless
            • Prestazioni all'avanguardia
            • Tecnologia 5G
            • Fotocamera 64MP da soddisfazioni

            Difetti

            • Schermo effetto scia
            • Cam macro inutile
            • Grandangolare NO video
            • Assenza double tap to wake
            • Certe traduzioni da rivedere