L’Antifurto di EZVIZ passo a passo

Allarmiamo la nostra abitazione con EZVIZ

Grazie all’aiuto di EZVIZ oggi vi mostro l’installazione di tutti i suoi dispositivi d’allarme dalla A alla Z, insieme a pregi e difetti piuttosto evidenti…

Dopo un unboxing con tutti i loro prodotti, sono passati quasi 2 mesi d’utilizzo ed è arrivato il momento di parlarvene. Questo un riassunto dei dispositivi adottati:

Qui sopra come potete vedere, ho aggiunto i prezzi dei vari prodotti e quindi la spesa totale per montare un’allarme come il mio si aggira intorno ai 500€ circa. Poi dipende sempre da quanti dispositivi andrete ad installare perchè si possono risparmiare 80€ circa sul controller che non è indispensabile e la telecamera da esterno se non vi serve. Solo come sorveglianza kit base, si scende a 380€ circa.
Sullo store EZVIZ potete trovare ulteriori dispositivi
come il sensore anti allagamento, rilevatore di fumo ed il telecomando portatile.

Breve Descrizione:

➡️ Sensori magnetici che possono essere posizionati un po’ ovunque e se studiate bene il montaggio possono non far scattare l’allarme se lasciate la finestra a vasistas (sempre che lo vogliate). Utilizzano batterie a tampone CR2450.

➡️ Sensori volumetrici che hanno un angolo di visione di 100° e coprono stanze di 12×12 metri. Non vengono rilevati movimenti di animali con un peso inferiore ai 25Kg.
All’inizio pensavo che i rilevatori funzionassero ad intermittenza e facessero un ceck ogni 20-30 secondi come se fossero rilevatori di movimento ed invece è l’avvio più lento che mi ha fatto riscontrare questo problema. Nei primi 2-3 minuti dall’inserimento dell’allarme sono un po’ “addormentati” e non rilevano immediatamente il movimento, cosa che avviene poi successivamente. Utilizzano pile stile CR123A.

➡️ Sirena che basta solamente collegarla alla corrente per farla funzionare. Purtroppo solamente da interno ed emana 85dB di picco massimo. Piuttosto assordante ma fuori dall’abitazione non si fa sentire purtroppo e una grande mancanza di EZVIZ è la sirena d’esterno.

➡️ Il controller è un dispositivo facoltativo e serve solamente se non si vuole intervenire tutte le volte sullo smartphone. Il display si attiva automaticamente quando ci si avvicina a lui e ha una batteria integrata che può essere ricaricata con il proprio alimentatore tramite connettività Micro USB. Per ora mai ricaricato ed assicurano una durata di 1 anno.
Si può abilitare/disabilitare l’allarme, settare un codice coercizione e premere il tastone arancio d’emergenza dove in automatico contatterà i numeri di telefono precedentemente impostati.

➡️ La centralina A1S è l’HUB principale ed indispensabile per far funzionare tutto. Si possono collegare fino a 32 dispositivi differenti, ha una batteria di backup (4,610 mAh) in caso d’emergenza e può rimanere online tramite WiFi, LAN oppure SIM dati.
L’aggiunta dei dispositivi è semplicissima e basta premere UNA VOLTA il tastone sopra e premere il tasto pairing del dispositivo che si vuole accoppiare. Questione di 10 secondi a dispositivo; comodissimo!

➡️ La telecamera da esterno CTQ3W adottata principalmente per farla funzionare come sirena da esterno ma non ha soddisfatto le aspettative (dopo vi spiego). Registra in HD, su memory o su cloud ed è una della più economiche con audio bidirezionale e luce stroboscopica. Se cercate un piccolo step in più come qualità video, vi consiglio la C3N.

Per semplificare il tutto andrò a creare un elenco di pregi e difetti riscontrati così da poter schiarirvi le idee nell’acquisto se siete intenzionati ad acquistare questo sistema d’allarme.

Pregi:
✔️Se la centralina verrà scollegata dalla corrente, riceverete immediatamente una notifica (se lo vorrete) e visto che è dotata di batteria, continuerà a funzionare per 5 giorni circa;
✔️Utilissimo lo slot SIM (Micro SIM). In primis si dovrà impostare l’APN in base al proprio operatore. Si possono inserire 2 contatti per le emergenze e li contatterà per sms oppure in chiamata;
✔️Accoppiamento dei dispositivi velocissimo. Ci vogliono meno di 10 secondi per ognuno;
✔️Libertà di installazione dei sensori magnetici che possono essere distanziati fino a 1cm circa;
✔️Applicazione comodissima: attivazione/disattivazione allarme in prima pagina con un semplice TAP, storico degli allarmi e se avrete una telecamera collegata comparirà una foto come “allegato”;
✔️Programmazione giornaliera dell’allarme.
✔️Ogni dispositivo può essere attivato singolarmente. Per esempio si può tenere allarmato solamente la porta d’entrata.

Difetti:
❌Ad ogni apertura di un sensore magnetico riceverete un feedback sonoro fastidioso (DlinDlon!). Si può togliere ma andrete a disabilitare la sirena;
Ritardo allarme e ritardo modalità d’inserimento da 0 a 60 secondi a step di 10 secondi. Avrei preferito scegliere secondo per secondo oppure scegliere quale dispositivo ritardare l’allarme così da poter raggiungere il controller senza togliere l’allarme agli altri apparecchi;
Presente l’allarme parziale comodissimo ma avrei preferito avere un ulteriore preset. Visto che è smart, una funzione in più non fa mai male;
❌Sull’applicazione non si vede la batteria residua di alcun dispositivo (tranne la centralina), soprattutto del telecomando visto che ha una batteria ricaricabile all’interno. Purtroppo si riceve solamente una notifica quando un apparecchio è scarico;
Telecamera adottata per sfruttarla come sirena da esterno e quando attiverete l’allarme emetterà un suono fortissimo… Per soli 3 secondi! Al momento non si può prolungare la durata.
Sensore volumetrico come se fosse in standby per un minuto dopo l’attivazione. Successivamente nessun problema.
Sirena da interno emana 85dB ma all’esterno non si sentirà nulla se avrete porte e finestre chiuse. EZVIZ, fai una sirena da esterno! 😁

Conclusioni:

Un sistema d’allarme che funziona bene ma c’è ancora tanto da migliorare. Tutti piccoli miglioramenti che possono essere effettuati via software, quindi non ci sarà bisogno di andare a sostituire alcun dispositivo. I miei difetti sopra elencati devono essere utilizzati come “promemoria” per andare ad arricchire il KIT di EZVIZ e perfezionarlo al meglio in base alle esigenze degli utenti.

È assolutamente un bellissimo ecosistema, dove con un’unica applicazione si possono controllare tutte le telecamere, prese intelligenti, citofoni e addirittura anche lampadine. Però come sistema d’allarme c’è qualcosina da migliorare e almeno per il mio utilizzo darei la priorità alla sirena da esterno (basta perfezionare la sirena della telecamera!) ed i vari suoni all’apertura dei sensori magnetici che dopo un po’ stancano e sembra di essere al supermercato in attesa del salume. 😆

Vi terrò aggiornati sui futuri aggiornamenti e fatemi sapere se anche voi siete o sarete in possesso di questo sistema d’allarme.

UNBOXING DEI PRODOTTI EZVIZ


UPDATE 06/06/2021: Con l’ultimo aggiornamento della centralina alla versione 1.5.1 è stato rimosso il Dlin Dlon all’apertura dei sensori magnetici. Ottimo lavoro finalmente! Anche se ormai ci avevo fatto l’abitudine!