Xiaomi Redmi Note 5 #Recensione

Il Medio Gamma perfetto con la MIUI

Qualche mese fa avevo provato il Redmi 5 Plus che mi aveva stupito per tutte le sue qualità a parte la fotocamera non proprio all’altezza… Questo Note 5 mette una pezza sui difetti del Plus e lo rende il medio gamma perfetto con MIUI ad un prezzo super!

Caratteristiche Principali:

CPU: Snapdragon 636 1,8Ghz
GPU: Adreno 509
RAM: 4GB
ROM: 64GB
Connettività: WiFi Dual Band e 4G Banda 20 (No NFC)
SIM: Dual Nano-SIM o MicroSD
Camera ANT: 13 megapixel ƒ/2.2
Camera POS: 12MP ƒ/1.9 + 5MP ƒ/2.0
Schermo: 5,99” FullHD+
Batteria: 4000mAh
S.O.: Android 8.1 Global MIUI 9.6
Altro: MicroSD, sensore di luminosità, impronte, BT 5.0, infrarossi, radio FM

Spacchettiamolo:

La confezione ormai la conosciamo tutti ed è composta da una cover in silicone nero fumè per proteggere lo smartphone immediatamente dopo l’acquisto, il cavo di ricarica Micro USB bianco (purtroppo ancora la vecchia connettività), il caricatore da 2A, graffetta per la SIM e manuale utente. Lo ripeto anche qui, la mia versione è la Global ed il contenuto è lo stesso che troviamo in negozio.

Lo Smartphone:

Ormai il design è sempre lo stesso e soprattutto con la mia colorazione nera opaca sembra di avere un telefono anonimo e senza personalità. In molti mi hanno chiesto se avevo un iPhone X, visto che la fotocamera posteriore è in verticale, ma guardandolo davanti senza “corna” si capisce che non lo è… Ricordo che sono disponibili anche altre colorazioni, tra cui oro oppure azzurro-bianco molto carine.

Il Redmi Note 5 è molto solido come costruzione (tutto in metallo) e lo si nota subito dopo averlo afferrato e nonostante le dimensioni dello schermo elevate, riesce a mantenere un’altezza complessiva di 16cm e meno di 8cm di larghezza, con un peso di 181g.

Sulla parte destra troviamo il bilanciere del volume e lo sblocco, sopra il secondo microfono e la porta infrarossi che potrete comandare qualsiasi dispositivo direttamente dall’app preinstallata. Sulla sinistra il carrellino della SIM che può contenere 2 Nano SIM oppure 1 Nano e MicroSD. Sotto l’altoparlante, il microfono, Jack per le cuffie da 3,5” e la porta Micro USB.

I tasti navigazione sono direttamente a schermo oppure, come nel mio caso, ci sono le gesture in stile iPhone ed una volta utilizzate non potrete farne a meno. Presente il LED di notifica solo nella colorazione bianca, sensore delle impronte digitali sul retro che funziona a meraviglia ed è molto rapido.

Hardware:

La CPU è leggermente più avanzata rispetto a quella montata sul Redmi 5 Plus ed ha lo Snapdragon 636 octa core da 1,8Ghz e la mia versione è dotata di 4GB di RAM e 64GB di memoria eMMC 5.1.

Nulla da dire sulla ricezione del WiFi che confrontandola con il mio S9, riesce a mantenere attiva la connessione ad una distanza maggiore (parliamo di 5,6 metri in più). Pieno supporto alla famigerata Banda 20 LTE e questa CPU riesce ad offrire download fino a 600mbps grazie al modem avanzato x12.

Presente la radio FM, infrarossi molto utili in caso di emergenza ma non troviamo l’NFC, connettività nel mio caso poco utilizzata ma non potrebbe essere così per tutti.

Il Display:

Stesso identico pannello montato sul 5 Plus ed è da 5,99” FullHD+ IPS con risoluzione di 2160×1080 pixel. Qualità da medio gamma, angoli stondati, colori fedeli alla realtà e neri quasi completi leggermente sul grigio, comunque caratteristiche classiche per gli IPS. Ottimo schermo eh, dico questo per essere pignolo! 😉

Sensore di luminosità reattivo che tende a mantenere una luminosità più bassa in zone con poca luce. Vetro abbastanza oleofobico che consente di utilizzarlo a più non posso senza andare a pulirlo ogni 10 minuti.

La Batteria:

Anche questa caratteristica è molto simile con tutti gli smartphone Xiaomi versione globale, ovviamente con batteria da 4000mAh. Arriva tranquillamente a fine giornata con almeno un 30% di batteria residua con un utilizzo elevato e con almeno 5 ore di schermo. Se stressato per bene, in una sola giornata si arriva a superare le 7-8 ore di schermo, quindi soddisfazione massima e con un utilizzo normale si riesce a coprire 2 giorni consecutivi.

Il caricatore da 2A non fa miracoli e da zero si ricarica completamente in 2 ore e 40 circa.

Le Fotocamere:

Partendo dalle camere posteriori poste in verticale in stile iPhone X, troviamo quella principale da 12mpx f/1.9 e la secondaria da 5mpx f/2.0 che serve solamente come aiuto, in sostanza per creare la sfocatura dello sfondo in una fotografia. La qualità delle foto è molto buona, nulla da dire in condizione di buona luminosità, colori vicini alla realtà ed in notturna più che sufficienti e visto che non è dotato di stabilizzazione ottica, dovremo effettuare scatti con la mano più ferma possibile… Perde un po’ di dettaglio ma la qualità complessiva è buona.

La fotocamera anteriore da 13mpx f/2.2 scatta ottimi selfie e se la camera posteriore ha bisogno di una camera aggiuntiva per creare l’effetto bokeh, quella anteriore si “arrangia” e lo ricrea quasi con la stessa qualità. Come sempre sono dell’idea che la seconda camera è solo una “miglioria” estetica o una vera e propria moda. Gli scatti con entrambe le camere non sono sempre fulminei ma comunque nella media.

 I video vengono registrati fino al Full HD 30FPS, anche se la CPU supporta tranquillamente il 4K. Forse decisione presa perché è uno smartphone medio gamma ed a mio parere basta e avanza. Presente la stabilizzazione digitale sulla camera posteriore ed i video sono veramente di qualità, forse leggermente tendenti al buio ma gradevoli da vedere, cosa diversa su quella frontale che non è dotata di stabilizzazione (gran peccato!) ma comunque buona.

Come Va:

È sempre così, una volta che inizio a preparare una recensione ricevo sempre qualche update perché proprio 3 giorni fa ho aggiornato la MIUI alla versione stabile 9.6 con le patch datate Luglio 2018 e Android 8.1. Nel Changelog non ci sono particolari cambiamenti ed in effetti non ho notato migliorie rispetto alla 9.5.

Se qualche mese fa c’erano problemi di ottimizzazione, soprattutto con un utilizzo intenso di Instagram oppure impostando la navigazione tramite gesture, ora è una storia vecchia perché è un telefono fluido e con pochissimi impuntamenti. Infatti da 3 settimane a questa parte non ho mai riscontrato alcun problema, forse qualche lag sporadico ad entrare nel multitasking tramite gesture ma “difetto” visibile raramente…

Ritornando a parlare di Instagram, l’apertura dell’app è rapida, un utilizzo ottimale ma la qualità delle registrazioni video per effettuare Stories per esempio, è veramente pessima e potete vedere un esempio direttamente dal video test poco sopra. Quindi il consiglio è di utilizzare direttamente l’applicazione fotocamera proprietaria e caricare le stories successivamente. Penso sia l’unico vero difetto di questo smartphone anche se è solamente Instagram il colpevole. Comunque prestazioni generali ottime, gestione RAM ottimale e una volta acceso lo smartphone, metà della RAM viene già occupata precaricando qualche dato…

Il Note 5 è dotato della funzione “sblocco con il volto” e per utilizzare tale features dovrete impostare la regione su Hong Kong (sinceramente non capisco tale blocco). Ho comunque lasciato la regione italiana perché non amo avere sblocchi differenti dall’impronta digitale però vi comunico che al momento funziona solo con questo trucchetto.

Molto bene in gaming, Real Racing si avvia in 15 secondi e ha pochi lag durante una sessione di gioco. Anche i caricamenti sono rapidi tra una gara e l’altra. Ho potuto anche sfruttare questo smartphone in Sicilia e in una giornata ho effettuato 4 ore di navigazione con Google Maps e l’ho trovato molto preciso! Con stupore si scalda molto poco in tutte le situazioni, appena tiepido sopra la fotocamera.

Il Test AnTuTu ha restituito il punteggio di 116204 punti.

Altoparlante mono buono, non distorce ed ha un volume altissimo soprattutto con le notifiche.

In Conclusione:

Performance, qualità complessiva, funzioni extra e gesture, rendono questo telefono stabile sotto tutti gli aspetti e l’unico difetto è l’incompatibilità dei video su Instagram registrati direttamente dall’app (come vi dicevo prima perde tantissima qualità nella registrazione). Il prezzo proposto direttamente da Geekmall è di 200€ e non posso fare altro che consigliarvelo… Ormai Xiaomi è una garanzia!

A mio parere è il miglior smartphone della sua categoria con MIUI e se invece preferite avere uno smartphone stock Android potete puntare sempre su Xiaomi ma sull’A2 Lite.

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.

Xiaomi Redmi Note 5

199
Xiaomi Redmi Note 5
8.1

Qualità costruttiva

8/10

    Hardware

    9/10

      Personalizzazioni

      8/10

        Fotocamera

        8/10

          Prezzo

          8/10

            Pregi

            • Che batteria!
            • Banda 20 LTE
            • Reattivo anche sotto stress
            • Fotocamera oltre medio gamma
            • Gesture al TOP

            Difetti

            • Video tramite Instagram orribili
            • LED notifica solo bianco
            • Stabilizzazione video F. Anteriore
            • Manca NFC