Xiaomi A2 Lite #Recensione

Il Medio Gamma perfetto con Android One

Avete notato qualcosa di famigliare? Ebbene sì, con il Redmi Note 5 avevo detto “Medio gamma perfetto con MIUI” e infatti è l’unico smartphone che può competere con questo A2 Lite! Xiaomi sta migliorando a vista d’occhio…

Caratteristiche Principali:

CPU: Snapdragon 625 2,0 Ghz
GPU: Adreno 506
RAM: 3GB
ROM: 32GB
Connettività: WiFi Dual Band e 4G Banda 20 (No NFC)
SIM: Dual Nano-SIM E MicroSD
Camera ANT: 5 megapixel ƒ/2.0
Camera POS: 12MP ƒ/2.2 + 5MP ƒ/2.2
Schermo: 5,84” FullHD+
Batteria: 4000mAh
S.O.: Android 8.1
Altro: MicroSD, sensore di luminosità, impronte, LED notifica, BT 4.2, infrarossi

Unboxing:

Confezione ormai standard Xiaomi con custodia nera in silicone per avere un minimo di protezione subito dopo l’acquisto, cavo Micro USB, alimentatore da 2A, graffetta per estrazione SIM e manuale utente. La mia è la Global, quindi dotato di accessori e software come la versione che troviamo in negozio.

Il Telefono:

Il design ormai lo conosciamo, almeno la parte posteriore in metallo in nero opaco con la fotocamera a semaforo verticale perché anteriormente compare il notch. Oltre a questo rispetto al Redmi Note 5 è leggermente più spesso (dimensioni: 149,33×71,68×8,75mm) e lungo, aumentando notevolmente l’ergonomia e l’impugnatura, con un peso di 178g ben equilibrati. Disponibili altre 2 colorazioni: azzurro e nero.

Guardandolo da vicino, sulla parte destra c’è il controllo del volume e tasto accensione/spegnimento, dalla parte opposta il carrellino SIM che può contenere bensì 2 Nano SIM e una Micro SD, quindi addirittura 3 scomparti diversi. Sopra il Jack da 3,5mm per le cuffie, secondo microfono e porta ad infrarossi e sotto il microfono principale, entrata Micro USB di ricarica (anche qui niente Tipo C) e altoparlante.

Sulla parte frontale i tasti navigazione sono virtuali e purtroppo non è disponibile nessuna gesture come vediamo sulla MIUI. Vicino ai tasti navigazione c’è il LED di notifica (angolo sinistro) e purtroppo solamente nella colorazione bianca, invece il sensore d’impronte digitale è dietro e non ha mai impuntamenti, trovandolo sempre pronto all’uso. Non presente lo sblocco con il volto.

Componenti Hardware:

Anche qui è presente la CPU Snapdragon 625 da 2,0Ghz, poco energivora ed efficiente nell’utilizzo quotidiano, capace di sopportare qualsiasi compito con l’aiuto del processore grafico Adreno 506. La versione in mio possesso è dotata di 3GB di RAM e 32GB di spazio, dove potrete espandere la memoria con una semplice Micro SD visto che ha un “carrellino mega spazioso”! 😀

Pieno supporto al WiFi 2,4 e 5Ghz con una buona ricezione e ottima qualità delle antenne per la ricezione dati e ovviamente (ormai non può mancare) presente la banda 20. Visto che è Dual SIM potrete utilizzare la connessione dati 4G solamente con un numero alla volta e non contemporaneamente.

Direi quasi tutto perfetto a parte l’assenza della radio FM e l’NFC, dove Xiaomi non implementa tale tecnologia nei telefoni medio gamma, mancanza importante se utilizzate Google Pay come pagamento per esempio.

Il Display:

Il pannello con Notch ha una risoluzione di 2280×1080 pixel, FullHD+ da 5,84” 18:9 con pochissime cornici. Per la fascia di prezzo è ottimo, molto simile alla serie Redmi 5 Plus o Note, colori non troppo spinti e neri non completamente scuri. Insomma, caratteristiche top da medio gamma che io sinceramente non noto nell’utilizzo quotidiano rispetto al mio smartphone di riferimento di Samsung, l’S9.

Il sensore di luminosità è sempre identico a tutti i medi gamma Xiaomi (molto probabilmente è solamente un’ottimizzazione software) e tende a tenere l’illuminazione troppo bassa in condizioni con poca luce.

Display oleofobico e stressabile senza problemi, adatto a tutti i pignoli come me! 😉

La Batteria:

Anche qui parliamo di una batteria da 4000mAh e grazie ad Android Stock e le pochissime App attive in background si riesce a sfruttare a pieno tutta la sua capacità. Uso super stress si arriva a sera con oltre il 35-40%, ma dico stress vero perché in una giornata sola si riesce ad arrivare a 9 ore di schermo acceso guardando le statistiche.

Infatti dai miei screen e dal mio video test dove ho fatto anche la prova batteria, sono arrivato a coprire 2 giorni con una sola carica effettuando storie instagram, foto, video e utilizzo stress con messaggistica ecc… Diciamo che si fa una media di 7 ore di schermo su 2 giorni e quindi… Niente male! 😉

Il caricatore in dotazione da 2A ricarica completamente lo smartphone in 2 ore e 30 circa.

Le Fotocamere:

Il semaforone posteriore in stile iPhone X, ormai tutti hanno copiato lo stesso design, da 12+5MP è in linea con Redmi Note 5 e non ho notato particolari differenze. La qualità in diurna è molto buona, scatti sempre a fuoco ma leggermente lenti ad essere effettuati e non trovandolo proprio reattivo. Molto probabilmente è un’ottimizzazione software non perfetta perché girovagando online molti hanno installato l’app fotocamera di Google migliorando notevolmente le performance e la qualità. Comunque l’intelligenza artificiale riesce a creare degli ottimi Bokeh, scontornando alla perfezione il soggetto in primo piano grazie alla fotocamera secondaria da 5MP (questa features è disponibile solo sulla cam posteriore). In notturna così così, aumenta parecchio il rumore ma sicuramente passabile.

La fotocamera frontale è solamente da 5MP con un obbiettivo grandangolare da 67,9° e riesce ad effettuare buoni scatti, anche se non arriva minimamente alla qualità dei bokeh della cam posteriore.

I video arrivano tranquillamente fino al Full HD 30FPS, con la stabilizzazione elettronica attiva solo sulla cam posteriore e lo si nota parecchio dai risultati finali. Come nelle foto, anche nei video troviamo la stessa qualità, registrazioni non cinematografici ma buoni per un medio gamma con un software non sempre reattivo. La qualità del microfono è sufficiente, nulla di particolare ma è fattibile creare video vlog anche semplicemente con lo smartphone.

Come Va:

Solitamente se vedo uno smartphone che monta Android Stock penso subito alla fluidità del sistema e infatti con Android 8.1 e le patch aggiornate a Settembre 2018 è proprio così (in attesa di Android 9 e proprio intanto che sto scrivendo ho ricevuto le patch di ottobre… Vabbè). Inutile parlarvi troppo del sistema operativo, si sa che viaggia bene e l’unico difetto è l’invisibilità della percentuale della batteria perchè si è obbligati ad abbassare il centro notifiche.

Nell’utilizzo “stress” con i vari social si comporta bene e recentemente Instagram è stato aggiornato migliorando parecchio l’utilizzo della sua applicazione con questo telefono e il Redmi Note 5 (ho questi smartphone al momento in casa), riuscendo anche ad effettuare stories senza perdere di qualità. Insomma, ora è un telefono completo sotto tutti gli aspetti.

Anche in gaming funziona bene, prendendo come esempio Real Racing 3 si avvia in 16-17 secondi circa con dettagli grafici settati automaticamente dal gioco, quindi non proprio al massimo ma adatti per rendere l’esperienza di gioco fluida.

Ho voluto effettuare anche un test AnTuTu per vedere le prestazioni di questo Snapdragon è mi ha restituito il punteggio di 78858. Sinceramente molto più basso rispetto alle mie aspettative ma questa è la conferma che i benchmark non servono quasi a nulla.

Infine l’altoparlante è buono, le notifiche hanno una spinta in più con il volume ma nel complesso è orecchiabile.

In Conclusione:

Dopo un mese di utilizzo non posso di certo lamentarmi, performante in qualsiasi situazione e l’esperienza Google pura mi mancava, dove almeno per 3 anni avrete un telefono sempre aggiornato e supportato. Come vi dicevo con il Redmi Note 5, questo è il suo diretto rivale dove potrete scegliere se acquistare un telefono con MIUI e uno con Google Stock. Le differenze? Oltre al sistema, l’A2 Lite è più maneggevole, 2 slot SIM con MicroSD e ha una batteria che dura un filo di più ma il Note 5 ha le fotocamere ottimizzate meglio, personalizzazioni MIUI che a me piacciono, Radio FM e leggermente più potente che si nota solo sulla carta.

Non saprei quale consigliarvi tra i 2… Anzi, visto il costo inferiore ai 180€ perché non acquistarli entrambi così quando vi stancate di uno, passate all’altro? 😀

Potrebbe essere un’idea e comunque il prezzo è veramente competitivo visto che potrete trovare la versione 4/64GB sui 180-190€. Veramente il TOP!


Se acquistate su Geekmall.it, vi ricordo di utilizzare il codice sconto di 5€ su tutto il catalogo: YOUWIN5

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.

Xiaomi A2 Lite 3/32GB

170,00
Xiaomi A2 Lite 3/32GB
7.9

Qualità costruttiva

9/10

    Hardware

    8/10

      Personalizzazioni

      8/10

        Fotocamera

        8/10

          Prezzo

          8/10

            Pregi

            • Batteria al TOP
            • Android Puro e aggiornato
            • Ottima ricezione generale
            • Buona modalità ritratto
            • Slot SIM e MicroSD separati

            Difetti

            • No NFC e Radio FM
            • Porta Micro USB
            • Camera anteriore migliorabile
            • Assenza Gesture