Huawei P40 Lite #RECENSIONE

Un buon telefono ma senza un cuore

Ero curiosissimo di provare uno smartphone Huawei senza servizi Google e per ora mi ritengo soddisfatto… Nel senso che dopo un mese d’utilizzo ritorno al mio Xiaomi Mi 9T! 😛

Caratteristiche Principali:

CPU: Huawei HiSilicon Kirin 810
GPU: Mali-G52
RAM: 6GB
ROM: 128GB
Connettività: WiFi Dual Band e 4G Banda 20, NFC
SIM: Dual Nano-SIM e MicroSD
Camera ANT: 16 megapixel
Camera POS: 48MP + 8MP + 2MP + 2MP
Schermo: 6,4” FullHD+ IPS 1080×2310 pixel
Batteria: 4200mAh
S.O.: Android 10.0
Altro: MicroSD, sensore di luminosità, BT 5.0, Jack 3,5”, NO LED Notifica


Confezione di vendita:

Tra gli accessori in confezione troviamo il caricatore da 40W con il cavetto di ricarica Type-C, auricolari con il cavo normalissimi utili da lasciare sempre nel cruscotto dell’auto per le emergenze e la pellicola per il display già montata.
Poi sul retro della scatola troviamo una “brochure” incollata dove spiega come utilizzare il telefono con i Huawei Mobiles Services… Boooh, a mio parere pessimo da vedere.

In abbinata gratuita con l’acquisto dello smartphone, ho scelto la cover in silicone; custodia normalissima, morbida e si abbina perfettamente.

Hauwei P40 Lite:

Anche se non sembra, la costruzione è economica in plastica, bordi e cover posteriore anche se sembra vetro ma già al tatto si percepisce “l’economicità”. Diciamo che guardando la fotocamera posteriore così sporgente e soprattutto le finiture, si capisce benissimo che è una versione LITE.

Le dimensioni sono di 76,3×159,2×8,7mm con un peso di 183g, il tutto ben bilanciato perché non troppo grande o comunque negli standard del momento. Visto che è in plastica, il grip è molto elevato e si impugna molto bene. Sotto questo aspetto è ottimo.

Ha un doppio slot SIM dove il secondo slot può essere impegnato da una MicroSD; Jack da 3,5”, porta di ricarica Type-C con anche l’altoparlante mono sul fondo (qualità identica a tutti i medio gamma).

Lo sblocco tramite impronte digitali è a lato, un pochino incassato come già visto sullo Xiaomi Redmi Note 9S ed è rapidissimo, non sbaglia mai un colpo anche se molto spesso quando ripongo il telefono in tasca, appoggiando il dito sul sensore mi sblocca accidentalmente il telefono. Nessun LED di notifica purtroppo.
Bellissime le tre colorazioni disponibili: Crush Green, Midnight Black e Sakura Pink.

Hardware:

Non è un vero e proprio medio gamma perché monta un ottimo processore Kirin 810, con 6GB di RAM e 128GB di spazio per l’utente che può essere espandibile tramite MicroSD.

WiFi Dual Band, Bluetooth 5.0, GPS e l’NFC anche se non utilizzabile sulla maggior parte dei pagamenti tipo con Google Pay. Supporta tranquillamente il 4G+, con una buona ricezione su entrambi le SIM (forse un filo meno di segnale WiFi perché fuori dalla mia abitazione si scollega immediatamente) e una qualità ottima con la capsula auricolare.

Il Display:

Un buon medio gamma IPS LCD con una dimensione di 6,4” Full HD+ a 398ppi anche se come ben sapete amo i display AMOLED. Soprattutto in notturna si notano i neri “poco perfetti” tendenti al grigio e purtroppo non si può fare nulla. Ripeto, come tutti i display da medio gamma.

La luminosità è ottima anche sotto la luce del sole ed in zone con poca luce, il sensore abbassa anche troppo repentinamente la luminosità dove tende a risparmiare batteria troppo spesso. Mi è capitato più volte di intervenire manualmente sulla luminosità. Per il resto colori ben tarati con un touch sensibilissimo anche ai lati dello schermo (troooppo sensibile!).

La Batteria:

Anche se ormai 4200mAh di capienza sembra uno standard, Huawei senza tutti i vari servizi Google attivi in background riesce ad ottenere degli ottimi risultati perché addirittura utilizzando il telefono soprattutto in WiFi sono riuscito a raggiungere le 9 ore di schermo!

Come media lo ricarico sempre ogni 2 giorni e sicuramente anche con un uso intenso non arriverete mai a secco in serata.

Come tempi di ricarica grazie alla tecnologia SuperCharge da 40W si ricarica da 0 al 70% in poco più di 30 minuti (il caricatore è una vera mattonella, molto più pesanti dei caricatori della concorrenza). Io sono sempre dell’idea che una batteria va ricaricata con calma ma è comunque una tecnologia utilissima in certe situazioni.

Le Fotocamere:

Ormai è la normalità e sul retro ci sono 4 moduli fotocamera con 48MP che è la principale dove restituisce dei buoni scatti dettagliati, colori nettamente esagerati o “spinti” tendenti sul verde. Sicuramente il software Huawei è l’asso nella manica con tantissime funzioni e le foto anche in notturna sono buone, con tante possibilità di modificare le varie impostazioni manualmente. Qualità comunque da medio gamma ma riesce a cavarsela in tutte le condizioni.

La fotocamera grandangolare da 8MP non è spettacolare ma comunque buona per scatti in diurna con un angolo di visione ampio. Poi c’è la cam da 2MP per le Macro che ha una messa a fuoco fissa ad una distanza di 4cm che è sufficiente per acquisire scatti ai propri fiori ravvicinati. 😛

Fotocamera anteriore da 16MP, buona per i selfie dove perde un po’ di qualità in condizione di scarsa luminosità. Comunque tutto nella media, stessa qualità che ho ritrovato su tutti gli smartphone provati.

Video sufficienti, pensavo sicuramente meglio e si registra in 1080p a 30FPS, con un minimo di stabilizzazione. Buona per piccoli video senza pretese ma non sicuramente per “videomaker” occasionali.

Come Va:

Anche se non ci sono i servizi Google vi ricordo che monta sempre il sistema operativo Android 10 con la EMUI 10.1 dove al momento le patch sono aggiornate a Maggio 2020.

Come vi dicevo mancano i servizi Google e se devo essere sincero una volta spacchettato il telefono ed acceso, mi sono trovato parecchio spaesato! Non sapevo come fare a recuperare tutte le mie app, le mie abitudini tramite google… Ero parecchio imbronciato! Poi con un po’ di pazienza mi sono rimboccato le maniche e sono riuscito a trovare varie alternative. In primis Phone Clone che è un software per recuperare tutti i dati dal precedente telefono verso il nuovo, compreso anche le varie app (non compatibile con tutte le applicazioni ma quasi). Lo store proprietario App Gallery è veramente pessimo, pochissime applicazioni disponibili. Consiglio di installare lo store Amazon (dove sono presenti Facebook e Instagram) e Aurora Store (molto simile al Play Store come catalogo). Avete capito anche voi che sui telefoni huawei si andranno ad installare più store che applicazioni. 😉
Non funziona Android Wear, Android Auto e tutte le applicazioni originarie Google come YouTube (Maps funziona ma senza effettuare il login e consiglio di utilizzare Here We Go). Per YouTube vi consiglio YouTube Vanced, dove potrete utilizzare YouTube con tutte le sue funzionalità, login e addirittura è compatibile con il chromecast.

Netflix invece bisogna trovare un .apk specifico online perché non tutte le versioni funzionano e anche Teamviewer ho notato che all’avvio restituisce un popup dicendo che i servizi google sono assenti… Anche in questo caso ci serve una precisa versione online. CHE CASINOOOO!! :/

Dopo un paio di settimane di smarrimento, posso dire che ho trovato l’equilibrio giusto per utilizzare questo telefono. Nell’uso quotidiano è una scheggia, qualsiasi operazione la fa alla velocità della luce e non posso lamentarmi. Mi è però capitato 3 volte in 1 mese che Instagram si chiudesse accidentalmente durante la scrittura di un post ma questo è l’unico problema riscontrato.

Buono anche in gaming, dove l’ho provato parecchio con Street Racing rinunciando a Real Racing 3 perché tutti i miei progressi sono salvati su Google… Peccato, questa è un’altra limitazione. Non scalda nemmeno troppo e soprattutto in queste giornate estive si nota un aumento della temperatura vicino alla fotocamera durante un uso stress ma non troppo fastidioso.

In Conclusione:

Uno smartphone sempre performante, dimensioni perfette, bello esteticamente e aveva tutte le carte in regola per essere il “LITE perfetto” ma senza servizi Google non lo ritengo completo… Applicazioni non sempre aggiornate dai vari store e se uno vuole rimanere al passo, deve scaricare i vari .apk manualmente e tutto questo rende il tutto molto più complesso e laborioso.

Inoltre hanno messo sul mercato il nuovo P40 Lite 5G dove mette in secondo piano questo P40 Lite “standard” anche se ha un costo nettamente inferiore.

Quindi cosa fare? Solo gli amanti di Huawei possono acquistare telefoni con queste limitazioni (oppure chi vuole un po’ di privacy senza Google) e per il momento ho trovato il tutto molto acerbo. Però posso dire una cosa? Sono sopravvissuto! 🙂

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.

Huawei P40 Lite

228,00
Huawei P40 Lite
7.3

Qualità costruttiva

8/10

    Accessori

    7/10

      Prestazioni

      8/10

        Fotocamera

        7/10

          Prezzo

          7/10

            Pregi

            • Scheggia nell'uso quotidiano
            • Autonomia
            • Carica rapida
            • Supporta fino al 4G+
            • 6/128GB al TOP

            Difetti

            • Assenza servizi Google
            • Fotocamere nella media
            • Smartphone pieno di Store
            • Video di bassa qualità
            • Nessun LED notifica