Huawei Mate 10 Lite #Recensione

Smartphone oltre al medio gamma

Dopo il top di gamma Mate 10 Pro di Huawei, arriva la versione più economica con la classica dicitura “Lite”. Questo non significa che è uno smartphone scarso anzi, le funzionalità offerte sono veramente tante e non ha nulla da invidiare rispetto al fratello maggiore! Pecca solamente in qualche piccolo dettaglio che l’utente medio riuscirà a farne a meno…


CPU: HiSilicon Kirin 659 2.36 GHz SIM: Dual Nano SIM o SD
GPU: Mali-T830 MP2 Camera: Anteriore 13MP, Posteriore 16MP
RAM: 4GB Schermo: 5,9 pollici
ROM: 64 GB Risoluzione: FHD+ 1080×2160
WiFi: Mono Band 2,4 Batteria: 3340mAh
BT: 4.2 Android: 7.0 Nougat
Connettività: GPS, GSM, 3G, 4G Altro: Radio FM
MicroSD: Superiore a 128GB

 

 

 

 

 

 


 

Unboxing:

La confezione di vendita è la classica Huawei molto compatta, con il telefono posto su un lato. Gli accessori in dotazione non mancano perché è già dotato di pellicola (bassa qualità però almeno è inclusa), custodia in plastica rigida, caricatore USB da 2A con relativo cavo di ricarica Micro USB, auricolari con il cavo di media fattura e graffetta per aprire il vano SIM.

Il Telefono:

La costruzione è veramente ottima, realizzato interamente in alluminio con bordi arrotondati, un peso complessivo di 164g e dimensioni di 156,2×75,2×7,5mm. L’ergonomia non è sicuramente il massimo perché è un bel padellone piuttosto largo e anche se ha bordi che aiutano la presa, è abbastanza scivoloso ed è consigliabile utilizzare una custodia. Le colorazioni a disposizione sono: Graphite Black, Aurora Blue e Prestige Gold.

Il sensore d’impronte è posto sotto alla fotocamera e funziona alla grande, con una velocità rapidissima. I tasti navigazione non sono fisici per aumentare le dimensioni del display e sulla parte frontale troviamo tutti i componenti nella parte superiore, come anche il LED di notifica che purtroppo non è personalizzabile.

Il processore è l’ormai già conosciuto HiSilicon Kirin 659, accompagnato dalla GPU Mali T830 MP2, 4GB di RAM e 64GB di memoria (più o meno 49GB disponibili al primo avvio) espandibili tramite MicroSD.

Il Display:

Uno dei punti forti è l’enorme display da 5,9” e con una risoluzione Full HD+ che quel “Plus” sono quei pixel in più per il formato 18:9, ovvero 1080×2160 pixel e 407ppi. Stupisce tanto come dimensioni ma non è un asso come angolo di visione, spegnendo i colori guardandolo da un lato e neri tendenti al grigio. Stessa cosa la luminosità non troppo elevata e all’aperto la visibilità è sufficiente. Almeno il sensore di luminosità risponde bene e repentinamente regolerà la luce del display. Beh, schermo enorme con qualche piccolo difettuccio ma oltre alla fascia media come qualità complessiva…

La Batteria:

La capacità complessiva è di 3340mAh e questo smartphone non ha paura di arrivare a fine giornata, arrivando tranquillamente sulle 4 ore e mezza di schermo e se utilizzato prevalentemente in WiFi, la durata dello schermo supera le 5 ore.

Non mancano comunque i vari risparmi energetici, come la più “soft” che chiude le varie app in background e rimuove tutte le varie animazioni. La modalità ultra raddoppia la durata della batteria, utilizzando solo le applicazioni basilari o comunque utilizzabile solamente come telefono.

Le Fotocamere:

Questo smartphone è dotato di ben 4 fotocamere… Eh si, avete capito bene! La fotocamera frontale è da 13MP ed è accompagnata da una seconda fotocamera da 2MP, che servirà solamente per captare la profondità e creare quell’effetto sfocatura “Bokeh”. I risultati sono convincenti e infatti crea un effetto naturale, ritagliando piuttosto bene il soggetto e quindi si otterranno selfie quasi sempre perfetti (grazie anche ad un piccolo LED).

La fotocamera posteriore da 16MP, oltre ad essere piuttosto sporgente, è accompagnata anch’essa da una seconda fotocamera da 2MP, sempre per il discorso citato precedentemente. Anche qui i risultati sono buoni, peggiorando leggermente la qualità con poca luce, anche se ho notato colori forse non troppo realistici ed un verde troppo acceso in certi scatti. Manca però un sistema di stabilizzazione d’immagine che durante la ripresa video si fa sentire, con una risoluzione massima che arriva al Full HD a 30FPS.

L’interfaccia della fotocamera è la classica Huawei, con tante possibilità di scatto con anche la modalità PRO per varie regolazioni manuali (anche per i video) e consente di salvare per proprie foto in formato RAW.

Nell’Utilizzo:

L’interfaccia utente adottata da Huawei è la EMUI in versione 5.1, con Android Nougat 7.0 (al momento aggiornata a Novembre 17). Le personalizzazioni non mancano, come l’utilizzo con una mano, swipe con il sensore d’impronte per accedere alle notifiche o per passare tra una foto e l’altra, gesture con le nocche e la possibilità di duplicare determinate applicazioni, come per esempio WhatsApp o Facebook. Cosa che non piace è lo sblocco schermo e se andrete a rispondere alle notifiche direttamente da li, dopo tot secondi automaticamente si spegnerà, indipendentemente da quello che state facendo.

Il comparto telefonico non si discute e oltre all’interfaccia leggera che si muove come una scheggia, ottima ricezione anche in zone più difficili e con chiamate pulite in capsula. Piccola nota positiva per la presenza della radio FM. L’altoparlante posto in fondo è mono, non ha un volume altissimo ma comunque si sente bene.

Nell’utilizzo quotidiano è un telefono che difficilmente si impunta e per l’utente medio va più che bene, soprattutto per l’utilizzo social o foto. Ogni tanto ci sta anche un po’ di svago con Real Racing 3 e con tempi di avvio di 15 secondi circa, in gaming si comporta bene e riscaldandosi leggermente nella parte superiore verso la fotocamera, anche se dopo 1 ora continua di gioco non ho notato particolari lag se non i classici. 😉

In Conclusione:

Se avete letto più o meno la recensione, ho parlato discretamente bene di tutte le caratteristiche dello smartphone, anche se pecca in certi dettagli, come la mancanza della rete da 5Ghz e quindi WiFi Monobanda, l’NFC, giroscopio e purtroppo la scelta tra una seconda sim o una memoria aggiuntiva MicroSD. Ci siamo scordati anche dell’impermeabilità, caratteristiche che altri competitor hanno inserito anche nella fascia media, come anche la connettività ancora Micro USB (anche se il type-c non pregiudica grossi vantaggi).

Lo giudicherei il miglior smartphone “economico” e di marca con questo formato dello schermo 18:9. Complessivamente molto buono ma con caratteristiche ormai base che mancano, anche se non utilizzate da tutti. Il prezzo ufficiale è di 349€ e ormai online si può trovare tranquillamente sui 300€, costo decisamente più accessibile rispetto all’acquisto in negozio.

P.S.: Ora si scontra anche con il suo fratellino Honor 7X ed ha un prezzo molto simile… 🙂

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.

Huawei Mate 10 Lite

320,00
Huawei Mate 10 Lite
7.9

Qualità costruttiva

8/10

    Hardware

    8/10

      Personalizzazioni

      8/10

        Fotocamera

        8/10

          Prezzo

          8/10

            Pregi

            • Costruzione solida
            • Schermo 18:9
            • Quattro fotocamere
            • Performance generali
            • Buono anche in Gaming

            Difetti

            • Manca NFC e Giroscopio
            • WiFi Monobanda
            • Seconda SIM o MicroSD
            • Assenza impermeabilità
            • Video solo FHD 30FPS