DJI Osmo Pocket #Recensione

Filmati di qualità per tutti

Non solo droni per DJI dove punta anche sui propri Gimbal… Questo Pocket è un gimbal con telecamera integrata quasi autonomo e senza collegarci obbligatoriamente lo smartphone potrete riprendere a mano libera senza problemi di tremolio o quant’altro…

Il DJI Osmo Pocket:

La confezione di vendita è minuta come il device e comprende un adattatore Lightning e Type-C (se si ha uno smartphone con collegamento Micro USB deve acquistare l’adattatore a parte), cavo di ricarica Tipo C, custodia per il trasporto ed il manuale utente.

Come vi dicevo, le dimensioni sono molto contenute perché è un “bastone” da 12cm per 3 e con un peso di 116g. L’impugnatura è molto comoda, almeno per me che ho una mano medio-piccola e ogni volta che lo uso penso “Ma come fa a registrare tutto questo una cosa così piccola?” 🙂

Il design è azzeccatissimo e mi ricorda molto E.T., molto probabilmente è la testa ruotabile che mi illude! Il Display utilizzato è piuttosto piccolo da 1” ma comunque ben accessibile e percepisce perfettamente i comandi senza impazzire, grazie anche alle posizioni ben studiate di tutte le icone. Sotto lo schermo è presente l’alloggiamento adattatori per collegarlo direttamente allo smartphone, oppure nel mio caso è possibile collegarci la rotella per muovere la visuale (sicuramente in futuro usciranno ulteriori accessori). Più sotto presente il LED di funzionamento, il tasto avvia registrazione e il tasto accensione (multifunzione). Sul fondo, l’entrata di ricarica Tipo-C.

 L’Expansion Kit:

Purtroppo gli accessori in dotazione non sono molti e ho optato nell’acquistare l’Expansion Kit che comprende: la basetta wifi per comandarla e scaricare i dati senza l’ausilio di alcun cavo e senza collegare direttamente lo smartphone, MicroSD da 32GB Samsung (sinceramente non tra le più veloci), l’adattatore per montare il Pocket con gli accessori GoPro ed il controller per muovere l’inquadratura su entrambi gli assi. Devo dire che il controller è una vera figata perché consente di muovere il gimbal su entrambi gli assi in maniera fluida e perfetta (on-board si può muovere solamente in verticale) e con i 2 tasti aggiuntivi è possibile cambiare modalità di ripresa oppure cambiare tra inquadratura frontale o posteriore.

Nelle foto più giù, potete notare il Mobile Phone Holder di Skyreat che consente di posizionare il telefono abbracciato nell’apposito vano con a fianco l’Osmo. Oltre ad avvitarci sotto il mini treppiede, potrete richiuderlo per utilizzarlo in mobilità e volendo anche, inserirci un microfono esterno nella guida posta sopra al telefono. Un accessorio non indispensabile ma utile per chi vuole sfruttare al massimo questo giocattolino.

Le Funzioni:

Partirei subito dal sensore utilizzato che è da 12 megapixel con un’apertura f/2.0 e un angolo di visione di 80°, quindi non avremo in nessun modo le fastidiosissime bande ricurve laterali. Comunque questo obbiettivo con anche relativo stabilizzatore, dovrebbe essere lo stesso utilizzato sul DJI Mavic Air, le caratteristiche sono molto simili e anche i risultati non cambiano di molto…

Le registrazioni video arrivano fino al 4K a 60FPS, dove nessuna altra camera al momento riesce ad arrivare a questa risoluzione con stabilizzazione meccanica. Presente ovviamente anche lo slow-motion 4x (viene chiamato così) che registra in 1080p a 120FPS; non saranno i 240FPS presenti sulla Hero 7 ma la stabilizzazione è senza eguali.

Presente la modalità Time-Lapse perfettamente configurabile, come anche il Motion-Lapse dove possiamo impostare un punto iniziale e un punto finale spostando direttamente la testolina dell’Osmo; da smartphone invece si possono impostare fino a 4 punti differenti.

Oltre alle foto standard (arriva ad una risoluzione di 4000x3000pixel) ci sono altre 2 chicche extra: foto a 180° che scatta 3 fotografie ravvicinate oppure 3×3 che scatta 9 fotografie che vengono unite direttamente dall’applicazione perché sulla memory card vi ritroverete tutte le foto non unite. Ovviamente è possibile unire gli scatti con Photomerge su Photoshop per esempio e avrete risultati ancora migliori.

Infine sono presenti 3 modalità di ripresa: Tilt Locked che mantiene l’inclinazione bloccata e perfetta per riprendere panoramiche orizzontali, Follow dove si muove uniformemente nella direzione in cui viene inclinato l’Osmo e FPV (la mia preferita) che funziona un po’ come le Action Cam e possiamo inquadrare quello che vogliamo ma con video stabilizzato. Diciamo che è presente anche un’altra modalità che è l’Active Track dove segue automaticamente un soggetto, oppure si può “forzare” manualmente effettuando un doppio tap sullo schermo.

L’applicazione DJI Mimo:

In abbinata al Pocket esiste l’indispensabile applicazione da scaricare dal proprio store “DJI Mimo” per poter spremerlo al 100%. Con essa è possibile registrare e vedere a schermo intero le riprese in diretta, modificarle e condividere i contenuti con i propri follower.

Inizialmente era possibile abilitare la modalità PRO solamente da smartphone e invece con l’ultimo aggiornamento firmware è possibile effettuare tali modifiche direttamente “On-Board”. Con l’App è possibile dare un boost ai propri Motion-Lapse, aggiungendo fino a 4 punti d’interesse (dall’Osmo si è limitati fino a 2 punti come vi dicevo prima). Ora disponibile anche per Android, è presente la sezione Story per creare brevi filmati con vari template salvati e dare quel tocco “Professional” alle proprie riprese in pochi secondi.

Oltre a questo possiamo scaricare i contenuti direttamente sullo smartphone e soprattutto unire le foto panoramiche perché se scaricate i dati direttamente da memory vi ritroverete tutti i vari scatti da unire; quindi si è quasi obbligati ad usare il telefono per convertirli in pochi secondi. Presente un editing intuitivo con la possibilità di unire e modificare i propri video o foto, aggiungendo testo, filtri e musiche.

Come Va:

In viaggio e se si vuole effettuare riprese fantastiche, questa piccola telecamera tascabile restituisce grandi soddisfazioni in tutta la sua semplicità perché anche i NON professionisti del mestiere riusciranno ad avere ottimi risultati. Un piccolo esempio è la creazione di video Motion-Lapse che automaticamente si muove su diversi punti, cosa molto più macchinosa con lo smartphone o action cam perchè si devono utilizzare ulteriori accessori.

La qualità video ha una stabilità eccezionale, come anche la risoluzione massima in 4K dove si esprime al meglio. Ovviamente in diurna non si hanno problemi e invece al calar del sole un po’ di rumore video compare anche se non ai livelli di Action Cam o Smartphone e rimane comunque il migliore. Un piccolo difettuccio lasciando la configurazione automatica, è una certa sovraesposizione quando la luce del sole punta direttamente su un soggetto e comunque risolvibile attivando la modalità PRO.

Durante l’uso si può notare che scalda molto e dopo 5-6 minuti continui di ripresa si sentirà un leggero rialzo della temperatura sull’impugnatura, soprattutto in 4K. Stessa cosa nei MotionLapse e se lo lascerete registrare almeno 20 minuti si surriscalderà ma tutto questo non influisce sulla qualità o le prestazioni.

Parlando della batteria da 875mAh, devo dire che la durata supera le aspettative e con lo schermo sempre acceso (eh si, non si spegne mai nemmeno con i TimeLapse e infatti consuma molto in questa modalità) si riuscirà a registrare quasi 2 ore senza problemi e qualcosina in meno in 4K ma più che sufficiente per registrare una giornata intera tra i vari accendi-spegni. Per ricaricarsi, impiega poco più di un’ora e potete ricaricarlo con l’USB del PC, un normalissimo alimentatore oppure con un power bank. Una cosa che non mi piace è il collegamento con lo smartphone che automaticamente ricarica il telefono per poi scaricare l’Osmo… Purtroppo questa è una funzione Android e non può essere modificata (su Apple c’è la stessa problematica?).

In Conclusione:

Una vera novità da parte di DJI che smuove tutta la concorrenza e li spiazza, diventando unico nel suo genere. Ovvio, non può sostituire un’Action Cam o telecamere a 360° perché sono generi differenti e se siete amanti dei video, questo piccolino non può mancare nel vostro “catalogo”. Dal mio punto di vista i vari gimbal per smartphone diventano inutili e con questo riuscirete a fare di tutto e dimenticare il telefono per fotografare o fare riprese al volo.

Questa frase riassume tutto: piccolo, tascabile, lo si estrae dalla tasca e in 3 secondi è operativo con una qualità, a mio parere, eccezionale. Purtroppo la qualità si paga e per acquistarlo ci vorranno 350€… Sicuramente, al momento, li vale tutti e sono sicuro che faranno entro la fine del 2019 una nuova versione con tantissime funzioni aggiuntive come lo zoom ottico che si fa sentire l’assenza…

Per qualsiasi altra informazione, contattatemi pure.

DJI Osmo Pocket

359,99
DJI Osmo Pocket
8.2

Qualità costruttiva

9/10

    Accessori

    8/10

      Qualità Video

      9/10

        Qualità Audio

        9/10

          Prezzo

          7/10

            Pregi

            • 4K 60FPS Stabilizzati
            • Tascabile e pronto all'uso
            • Motion-Lapse spettacolari
            • Applicazione completa e stabile
            • Ricarica rapida

            Difetti

            • Ricarica lo smartphone con cavo
            • Non adatto utilizzo moto
            • Manca un minimo di zoom
            • Accessori costosi